giovedì 28 dicembre 2017

Fruit Cake fichi secchi e mandorle


Per la prima colazione, per il te delle cinque.

Ingredienti:
300 gr di farina
3 uova
150 gr di burro
80 gr di zucchero scuro
40 gr di miele
un vasetto di yogurt naturale
una bustina di lievito
100 gr di mandorle tagliate a pezzettini
150 gr di fichi secchi tagliati a pezzettini

Con la frusta montare il burro a pezzetti morbidi e lo zucchero. Aggiungere le uova, lo yogurt e il miele e continuare a montare con le fruste. Setacciare la farina con il lievito ed aggiungerli. Continuare ad amalgamare bene con una spatola (le fruste si piantano).
Deve venire un impasto abbastanza consistente e senza grumi.
Incorporare all'impasto i fichi secchi tagliuzzati e le mandorle a pezzettini.

Foderare uno stampo da plum cake con carta forno e rovesciarvi l'impasto livellando un po' con una spatola.

In forno a 180° (meglio se sulla griglia non proprio in centro ma più in basso) e far cuocere per 40/45 minuti circa.



lunedì 25 dicembre 2017

Cheesecake arancia e cioccolato


Ingredienti

500 gr di formaggio fresco (Quark)
500 gr di panna da montare
2 arance
100 gr di zucchero 
12 gr di colla di pesce

15/16 biscotti digestive
100 gr di burro
2 cucchiai di cacao amaro
un paio di cucchiai di zucchero scuro

500 ml di succo di arancia
30 gr di gelatina istantanea in polvere

Procedere come per tutte le cheesecake tritando i biscotti con il cacao, lo zucchero e il burro sciolto.
Ricoprire il fondo di una tortiera con i biscotti, premere bene e mettere in frigorifero.
Ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda e poi scioglierla con un paio di cucchiai di panna sul fuoco. Tenerla da parte per fare si che si raffreddi mentre si prepara la crema al formaggio.
Mescolare bene il Quark con lo zucchero. Aggiungere la buccia di un'arancia e il succo di due quindi incorporare bene la panna montata. Infine aggiungere la gelatina sciolta. Mescolare bene il tutto e versarlo nella tortiera (meglio se a cerniera e con i bordi ben foderati di carta forno) sopra ai biscotti.
Mettere in frigo a rassodare bene.
Nel frattempo preparare la gelatina di arance aggiungendo, mescolando in continuazione, la gelatina in polvere al succo di arancia (ho fatto un misto fresco e in bottiglia e ho aggiunto un limone e un paio di cucchiaini di zucchero).
Versare la gelatina sulla crema di formaggio solo dopo che questa ultima si è veramente rassodata bene altrimenti si rischia che si mescoli tutto.
Far raffreddare la cheesecake almeno un'ora in frigorifero e poi dedicarsi alla decorazione.
Io ho usato cioccolato bianco fuso e con una sac à poche ho fatto dei disegnini su un foglio di carta forno e ho aspettato poi che si indurissero bene prima di staccarli dal foglio (per velocizzare il procedimento di indurimento si può mettere in frigo il foglio o comunque posarlo con attenzione in un luogo molto fresco).
Ho poi usato anche le scorzette di arancia candite che avevo preparato in precedenza (ricetta precedente)
E' molto buona, arancia e cioccolato si sposano molto bene! 


domenica 24 dicembre 2017

Scorze di arancia candite

Da mangiare sole o da usare come guarnizione per dolci, torte ecc.

Ingredienti:
scorza d'arancia
acqua
zucchero

Per prima cosa è necessario eliminare l'amaro eccessivo delle scorze di arancia che avrete tagliato con un coltellino affilato in tante piccole striscioline (io ho pelato un'arancia sono risultati 65gr di scorzette).
Per fare questo occorre bollire per tre o quattro volte le scorze avendo l'accortezza di cambiare ogni volta l'acqua.
Una volta terminato questo processo, scolare le scorze e pesarle.
Aggiungere in un pentolino lo stesso quantitativo delle scorze in acqua e zucchero
Portare quindi lo sciroppo con le scorze a cottura mescolando di frequente.
Togliere da fuoco un attimo prima che lo zucchero inizi a caramellare.
Trasferire così le scorzette ricoperte di denso sciroppo alla zucchero in un piattino con zucchero semolato e fare in modo che si ricoprano bene tutte
Far raffreddare e rapprendere.
Una variante al posto dello zucchero è immergerle nel cioccolato fuso, deve essere veramente una goduria!

domenica 19 novembre 2017

Mohn-Topfentorte


Ingredienti

Per la base:
100 g burro
30 g zucchero a velo
1 bustina di zucchero vanigliato
1 cucchiaino di cannella
4 uova
90 g zucchero
150 g semi di papavero
70 g nocciole

Burro e farina per la tortiera

Per la crema:
500 g Quark
100 g zucchero a velo
Il succo di mezzo limone
1 bustina di zucchero vanigliato               
250 ml panna da montare
5 fogli di gelatina*

Per la gelatina ai lamponi:
300 gr di lamponi
50 gr zucchero a velo
3 fogli di gelatina*

Procedimento:

Mescolare il burro con lo zucchero a velo, lo zucchero vanigliato e la cannella. Con le fruste viene una bella massa cremosa. Aggiungere i 4 tuorli uno ala volta fino a raggiungere una consistenza molto spumosa. Montare a neve i bianchi con lo zucchero e incorporarli alternandosi con i semi di papavero e la farina di nocciole ben mischiate, fino ad esaurimento di tutti gli ingredienti.

Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata e cuocere in forno a 175° per circa 40 minuti. Una volta cotta la base metterla a raffreddare.

Preparare la crema di Quark mescolando il Quark con lo zucchero a velo, il succo di limone e la bustina di zucchero vanigliato. Far ammorbidire i fogli di gelatina in poca acqua e successivamente farli sciogliere in poca panna riscaldata. Far intiepidire e quindi aggiungere poco alla volta alla crema di Quark.

Distribuire la crema sulla base raffreddata in una tortiera a cerniera alla quale avrete foderato bene con strisce di carta forno i bordi (per far aderire bene le strisce è sufficiente inumidirle).

Mettere a raffreddare il tutto.

Per la gelatina di lamponi: frullare i lamponi con lo zucchero a velo e passarli al setaccio per eliminare più semini possibile. Nel frattempo far ammorbidire la gelatina in poca acqua fredda, poi scioglierla in poco succo di limone leggermente scaldato. Una volta raffreddata aggiungere la gelatina al frullato di lamponi.

Distribuire la gelatina di lamponi sulla crema al Quark soltanto dopo che la stessa si è ben rassodata.

Riporre la torta in frigorifero per almeno 2 ore prima di servirla.

Come guarnizione io ho usato poca panna montata a ciuffetti (con la sac-à-poche con beccuccio a stella) e i Mikado (bastoncini di biscotto ricoperti di cioccolata, sia bianca che al latte) ma con un pizzico di fantasia si possono creare molte decorazioni differenti.

Oltre che bella, è anche buona, il sapore del papavero è inconfondibile!  Non è per niente difficile da fare, soltanto ci vuole un pochino di tempo.

*qui i fogli di gelatina sono più corti che in Italia, quindi tenetene conto!


giovedì 16 novembre 2017

Dolce di fantasia

Vi avanza della pasta frolla? Nessun problema, con questa idea semplice potete recuperare gli avanzi (anche congelati)

Io ho fatto così: ho diviso in due il panetto di frolla avanzata. Ad una parte ho aggiunto un pochino di farina di nocciole ed all'altra un pochino di cacao amaro.
Ho quindi tirato due sfoglie sottili con il mattarello dando una forma più rotonda possibile.
Le ho messe in forno per una decina di minuti circa.

Nel frattempo ho preparato una crema pasticcera facendo in modo di farla più densa possibile

Una volta cotti i due dischi semplicemente farcirli con la crema pasticcera e una banana tagliata a rondelline sottili.

Spolverata di zucchero a velo e via, un dolce molto gustoso e velocissimo da fare!

Panini morbidi alle patate


Ingredienti:

250 g di farina 00
250 g di manitoba
500 g di patate lesse fredde
100 g di burro morbido
20 g di zucchero semolato
10 g di sale
2 uova
25 g di lievito di birra fresco + 10 ml di acqua


Le mie variazioni: olio al posto del burro e lievito secco al posto di quello fresco

Con gli ingredienti formare un impasto liscio ben incordato (io uso la planetaria, 10 minuti con il gancio) stando solo attenti a non far entrare in contatto il lievito con il sale (altrimenti si smonta)

Lasciare lievitare la pasta in luogo asciutto e al riparo da correnti d'aria (l'ideale è il forno chiuso con la sola luce accesa) e coperto così che non si formi la crosticina.

Trascorsa un'ora dividere l'impasto in tante palline quante saranno poi le pagnotte che vorrete avere, date un paio di pieghe in modo da dare un po' di più forza all'impasto e ottenere una mollica più leggera e con le bolle) e metterle sulla placca del forno (con carta forno) abbastanza distanziate.  Spennellate con un pochino di olio. Se volete si possono a questo punto anche decorare con semini di sesamo, aghi di rosmarino, semini di papavero ecc.

Sempre nel forno spento con sportello chiuso e lucina accesa lasciar lievitare le pagnottelle per almeno due ore.

Cuocere in forno a 180° per 15-20 minuti (dipende dal forno e dalla dimensione dei panini)

Il risultato: morbidissimi, ben lievitati, sapore molto gradevole che si accompagna bene a salumi e affettati.

Enjoy!

Ps: per la sostituzione del burro con l'olio in questa ma in tutte le preparazioni la regola è: 
Quantità di burro prevista dalla ricetta x 80/100 
Vi faccio un esempio: se ad esempio la ricetta prevede 150 g di burro e volete sostituirlo con l’olio, dovete fare 150x80/100 ossia dovrete inserire 120 g di olio al posto di 150 g di burro.
Se volete essere precisi al massimo, c’è da aggiungere che il tasso di idratazione del burro è diverso da quello dell’olio, infatti 100 g di burro contengono circa 18-20 g di acqua mentre 100 g di olio contengono solo 1% di acqua, quindi nella sostituzione del burro con l’olio andrebbero bilanciati anche i liquidi aggiungendo circa 18 g di liquidi (uova, acqua, latte, panna, ecc) per ogni 100 g di burro sostituiti con l’olio. 
Pps per sostituire il lievito fresco con quello secco la regola è circa un terzo (21 gr di lievito fresco diventano 7gr di lievito secco circa)
Ppps io non sciolgo mai il lievito secco, semplicemente lo mescolo bene alla farina e l'unico accorgimento come detto è che non entri mai in contatto diretto con il sale.

sabato 11 novembre 2017

Senfsuppe (Crema alla senape)

Buona!!! Sono contenta di averci finalmente provato. E' facilissima ma l'effetto finale è veramente soddisfacente!

Occorre:

1 litro di brodo
250 gr di crème fraiche
un porro
due cucchiai di semi di senape
5/6 cucchiai abbondanti di senape (io ne ho usati 4 tipi diversi)
farina
Worchester
sale
pepe

Far appassire nel burro il porro tagliato sottile e due cucchiai di semi di senape per una decina di minuti. Cospargerli con la farina e unire il brodo.
Lasciar cuocere a fuoco basso per una decina di minuti poi aggiungere la crème fraiche e la senape.
Far sciogliere bene poi aggiustare il sapore con Worchester, sale, pepe.

Io usato: senape "gialla" media; senape di Digione al miele; senape di Digione con i semini e una senape locale molto scura e molto saporita. Di tutte un cucchiaio abbondante, di quella gialla due.

Non ho dovuto aggiungere sale.

Veramente buona!

mercoledì 8 novembre 2017

Apfelpfannkuchen (pancakes alle mele)

Perchè non pranzare con qualcosa di dolce sorseggiando un caffè?
Lo so, la Germania mi sta facendo anche di questi scherzi.....
Comunque queste Pfannkuchen sono veramente buonissime e da gustarsi ad ogni ora del giorno!


Ingredienti (per due persone circa: due grandi Pfannkuchen)

2 uova
125 gr di farina
125 gr di latte
125 gr di acqua gassata
1 mela
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
sale e zucchero una presina

Mescolare i tuorli con il sale, lo zucchero, la farina, il lievito, il latte e l'acqua minerale con un frullatore fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio.

Montare i bianchi delle uova a neve molto ferma ed incorporarli delicatamente al composto.

Infine, incorporare con cura la mela sbucciata e tagliata a pezzettini o fettine sottili.

Scaldare una noce di burro in una padella antiaderente e far cuocere le Pfannkuchen una alla volta (a me piacciono cicciose, quindi con questi ingredienti ne sono venute due piuttosto spesse a ampie) fino a che non abbiano preso un bel colore marrone dorato da entrambi i lati.

Una volta cotte cospargergetele di zucchero a velo, di zucchero e cannella, di sciroppo d'acero, come più vi piace (l'impasto è giustamente poco dolce) 

Il procedimento di questi Pfannkuchen è leggermente più elaborato rispetto alle ricette che avevo provato fino ad ora dove semplicemente si mescolano tutti gli ingredienti insieme in una volta e che mi erano sembrate tutte troppo "pesanti". Con questo impasto invece i Pfannkuchen diventano leggeri e voluminosi, luftig come si dice bene in tedesco.





lunedì 6 novembre 2017

Pizza con la crema (ovvero: la torta della nonna napoletana)

Assolutamente da provare!


Per la frolla:
450 gr farina
160 gr zucchero
200 gr di burro
2 uova
scorza di limone

Per la crema pasticcera:
750 gr latte
3 uova e 1 tuorlo
225 gr zucchero (ne ho messo meno)
35 gr maizena
30 gr farina
Scorza di un limone

Pinoli abbondanti
Amarene sciroppate

Con gli ingredienti preparate una pasta frolla e mettela in frigo a riposare

Preparate la crema pasticcera, fate in modo che diventi molto densa, quasi solida.....

Foderate con poco più di metà pasta una tortiera (da crostata è l'ideale), bucherellate il fondo con una forchetta e stendente bene la crema pasticcera raffreddata lisciandola bene con una spatola.

Adagiare sulla crema (schiacciandole un pochino all'interno) le amarene sciroppate sgocciolate a piacere.

Ricoprite con l'altra metà della frolla facendo aderire molto bene le due paste aiutandovi con una forchetta. Bucherellate leggermente anche il coperchio di pasta.

Cospargete abbondanti pinoli sulla superficie facendo in modo che aderiscano bene

In forno a 160/180 gradi per 50/60 minuti (io l'ho cotta inizialmente mettendo la teglia più in basso nel forno e alzandola solo gli ultimi dieci minuti, così non si bruciano i pinoli)

Fate raffreddare e spolverate abbondante zucchero a velo!

Non so voi, ma io non conoscevo questa variante con le amarene e l'ho trovata veramente ottima.
Nella ricetta originale non ci sono i pinoli, ma io li ho messi come se fosse una normale torta della nonna.





venerdì 27 ottobre 2017

Per i nostri amici pelosi!!!



Ingredienti:

150 gr di farina bianca
150 gr di farina di segale
40 gr di fiocchi d'avena
70 gr di formaggio a piacere (un po' duro è meglio che va grattugiato - io avevo un avanzo di cheddar)
25 gr di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di olio
acqua quanto basta

Impastare tutti gli ingredienti formando un impasto liscio e bello sodo
Col mattarello tirarlo sottile mezzo centimetro circa.

Io avevo gli stampini a forma di osso e zampetta ma ovviamente si può usare qualunque tipo di stampino da biscotto

In forno a 180° per circa 25/30 minuti


mercoledì 25 ottobre 2017

Orzotto (ovvero una minestra d'orzo che si crede un risotto)


Ingredienti per 4 persone circa:

150 gr di orzo perlato
1 cipolla
1 porro
3 patate
un po' di cavolo cappuccio tagliato a listerelle
zucca nella stessa quantità delle patate
rosmarino
brodo vegetale (o anche normale, come più piace, io ho fatto un misto)

Ho preparato questa che doveva essere una zuppa ma che alla fine sembrava più un risotto usando la pentola a pressione, quindi tempi e quantità di liquido dipendono dal modo di cottura

Rosolare in olio e una noce di burro tutte le verdure tagliate a piccoli pezzetti, sale e pepe qb

Aggiungere l'orzo precedentemente sciacquato, far tostare, sfumare con un pochino di vino

Dopodiché bagnare con il brodo (io per la pentola a pressione ne ho usato circa un litro e mezzo) e aggiungere il rosmarino.

20 minuti di cottura in pentola a pressione. Aggiustare di sale e pepe eventualmente.

Lasciato riposare assorbe il liquido e diventa morbidissimo e consistente

Il giorno dopo è ancora più buono! E la prossima volta aggiungo dello speck o della pancetta.

Enjoy

Torta agli agrumi

Profumatissima, leggera, buonissima!


Ingredienti:
  • 270 g di farina
  • 80 g   di burro
  • 3 uova intere
  • 125 g di zucchero
  • 180 g di succo di agrumi (ho fatto un misto arancia e limone) filtrato
  • 10g di lievito
  • la scorza di due arance grattugiata
Procedimento:

Mescolare in una ciotola il burro a temperatura ambiente con lo zucchero (con le fruste è più veloce) fino a rendere il composto spumoso. Aggiungere le uova una alla volta continuando a mescolare e la scorza delle arance che avrete preparato precedentemente.

Aggiungete poco alla volta la farina setacciata con il lievito e quando l'impasto avrà assorbito tutta le polveri aggiungete il succo di agrumi.

Versare il composto in una tortiera (24 cm) imburrata e infarinata.

In forno a 180° per circa mezz'ora.

Io ho aggiunto una vaschetta di lamponi, appoggiandoli in superficie, durante la cottura sono sprofondati nell'impasto e devo dire che ci stanno veramente bene.

Una spolverata di zucchero a velo non guasta mai!

Enjoy!






sabato 7 ottobre 2017

Zwetschgenkuchen


INGREDIENTI:

Per una tortiera di 26 cm

Per la base:
90 g burro sciolto
90 g zucchero
2 uova
175 g farina
1 cucchiaino di lievito

Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto cremoso. Distribuirlo sul fondo di una tortiera precedentemente imburrata e infarinata.

Per la farcia:
375 g Quark
1 uovo
1 pacchetto di preparato in polvere per budini - aroma vaniglia
75 g zucchero
scorza di 1/2 limone non trattato
1 kg di prugne 

In una ciotola riunire tutti gli ingredienti (tranne le prugne) e con una frusta elettrica mescolarli fino a ottenere una crema liscia. Distribuire sulla base di pasta nella tortiera.

Snocciolare e tagliare a spicchi le prugne. Mettere gli spicchi a raggiera sulla crema al Quark in maniera abbastanza ravvicinata.
Più prugne ci sono e meglio è.

Per lo Streusel:
125 g farina
60 g burro
100 g zucchero (di canna meglio, ne ho messo meno, circa 80gr)

In un robot con la lama mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto a briciole (il burro è meglio farlo a pezzettini prima, oppure scioglierlo). Se non si dispone di un mixer a lama impastare tutto con le mani fino ad ottenere delle grosse briciole di pasta che andranno poi distribuite sulle prugne in modo da coprire tutta la superficie della torta.

In forno 50 minuti a 180°

Il giorno dopo o comunque dopo qualche ora di raffreddamento la torta risulterà più buona.

Enjoy

ps l'ideale per questa torta sono le prugne piccole e oblunghe a buccia scura e polpa verde/gialla in quanto sono le meno dolci e stanno benissimo insieme alla crema di Quark che è dolce. 







domenica 1 ottobre 2017

Heidelbeer-Quarktorte


Buona, soprattutto se avete dei mirtilli freschissimi

Per la base:
60 gr di zucchero
120 gr di burro
180 gr di farina
una presina di sale

Mescolare rapidamente tutti gli ingredienti (ho usato il mixer con la lama fino a che non si è formata una palla). Mettere a riposare in frigo per una mezz'ora, dopodiché stenderla in una Springform di 26 cm (imburrata e infarinata o ricoperta di carta forno) facendola salire anche un po' ai bordi. Fate in modo che sia sottile. Bucherellarla con una forchetta e infornarla a 180° per una decina di minuti di precottura.

Per la crema al Quark e mirtilli:
250 gr circa di mirtilli
500 gr di Quark
100 gr di panna da montare
2 uova intere
8 cucchiai di zucchero (un po' meno, era un po' dolce)
1 busta di preparato per budino alla vaniglia
una presina di sale

Con lo sbattitore mescolare tutti gli ingredienti tranne i mirtilli fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungere la metà dai mirtilli e mescolare piano per non romperli.

Versare il composto di Quark nella tortiera con la base precotta e decorare con i restanti mirtilli la superficie avendo l'accortezza di passarli prima in un pochino di fecola di patate per evitare che sprofondino nella crema.

In forno a 180° per circa altri 25/30 minuti

Enjoy!

lunedì 4 settembre 2017

Una caprese diversa

Per un pranzo con amici volevo mettere in tavola un aperitivo fresco e non troppo pesante ma che fosse anche tipicamente italiano.
Ho preparato quindi questi bicchierini con mousse di mozzarella e gelatina di pomodori.

Il procedimento è facilissimo
Si prende una mozzarella di bufala a testa di quelle piccole da 125 gr, si mette nel frullatore insieme ad un pochino di panna e si fa frullare il tutto fino ad ottenere una crema.

La gelatina di pomodoro invece l'ho preparata unendo ad una buona passata di pomodoro un pochino di acqua, un pizzico di sale e una busta di gelatina istantanea.

Nei bicchierini primi si mette la crema di mozzarella, poi la gelatina di pomodoro e via in frigo a rassodare.

Per servire aggiungere un ciuffetto di basilico.

Effetto sorprendente, gusto buono, è piaciuta molto!




sabato 12 agosto 2017

Cheesecake alle pesche


INGREDIENTI:

500 gr di formaggio fresco (ho usato il Quark)
500 gr di panna da montare
4 o 5 pesche gialle (noce o normali, come preferite)
100/150 gr di zucchero (dipende da quanto vi piace dolce)
12 gr di colla di pesce
15/16 biscotti digestive
100 gr di burro
un paio di cucchiai di zucchero scuro
un lime
500 ml di succo di frutta giallo (mango, papaya, maracuja, misto, quello che preferite, io ho usato pesche e maracuja)
30 gr di gelatina istantanea in polvere

PROCEDIMENTO:

Pelare le pesche (se sono pesche noci potete lasciare la buccia), tagliarle a fettine o a pezzettini e metterle in una ciotola con un cucchiaio di zucchero. Lasciar risposare in frigo.

Mettere a mollo la gelatina in fogli in acqua fredda.

Sbriciolare/triturare i biscotti, aggiungere due cucchiai di zucchero scuro e 100 gr di burro sciolto a fuoco dolce o nel microonde. Distribuirli sul fondo della springform (la mia è da 24 cm) foderata di carta da forno pressando bene e mettere in freezer a rassodare (meglio del frigo). Mi raccomando di foderare molto bene anche le pareti della springorm (io taglio delle strisce e per essere sicura che aderiscano molto bene alla forma prima la imburro).

Strizzare la colla di pesce che si sarà ammorbidita e metterla in un pentolino con poco della panna, far sciogliere a fuoco bassissimo. Togliere dal fuoco, lasciare intiepidire.

In una capiente ciotola mescolare il formaggio con lo zucchero. Frullare le pesche e aggiungerle al composto. Montare la panna ben ferma e incorporarla al formaggio e pesche. In ultimo aggiungere la panna con la colla di pesce. Se vi risulta poco dolce potete zuccherare anche la panna montata, per me con poco più di 100 gr andava bene.

Togliere lo stampo dal freezer e distribuire la crema ottenuta sui biscotti. Riporre in frigo a rassodare.

Quando la massa sarà sufficientemente solida preparare la gelatina di frutta. Prendere 500 ml di succo di frutta, unire la buccia e il succo di lime e un paio di cucchiai di zucchero (assaggiare, a me piace un po' acidula, ma va a gusti) e aggiungere mescolando a freddo in continuazione la busta di gelatina istantanea. Nel giro di qualche minuto inizia a rapprendersi. Versarla sulla torta partendo dal centro e creare uno strato di circa 1 cm.

Rimettere la torta in frigorifero qualche ora prima di servirla. Sarebbe carina decorata con qualche fettina di pesca tenuta da parte, un lampone, una fogliolina di menta (io come sapete queste cose non le so fare).

Enjoy!

Ps le varianti sono ovviamente infinite: la prossima la farò con le fragole e la gelatina di succo di frutti rossi.











lunedì 31 luglio 2017

Moussaka con patate

Io la pubblico, poi se Christina vuole correggere qualcosa ben venga! Vorrei anche dire che questa è la versione "pesante", ma buonissima, astenersi chi mangia solo sano


INGREDIENTI:

Melanzane - almeno 3
Patate circa 300 gr
Carne macinata (ho usato il misto maiale manzo) 400 ge
Passata di pomodoro a occhio
1 cipolla
abbondante olio per friggere
sale
pepe
alloro
un pochino di vino rosso


Al posto della besciamella normale ho fatto una salsa Mornay (che sarebbe besciamella con aggiunta di formaggio parmigiano e tuorlo d'uovo, sale, pepe e noce moscata)

PROCEDIMENTO:

Con la passata di pomodoro, la trita e la cipolla preparare un ragù. Io ho aggiunto un goccio di vino rosso e una foglia di alloro.

Mentre cuoce il ragù (che non deve rimanere acquso, quindi ci vuole una mezz'ora abbondante) privare le melanzane della loro buccia, tagliarle a fette non troppo sottili e friggerle in abbondante olio (si, io non le metto mai a scolare l'acqua, è inutile). Pelare le patate, tagliare anch'esse a fette non troppo sottili e farle saltare in padella per qualche minuto con un filo d'olio.

A questo punto iniziare a disporre in una teglia capiente e leggermente unta uno strato di patate, seguito da uno di melanzane. Ricoprire con ragù e poi con un ultimo strato di melanzane.

Ricordarsi di salare le verdure.

Da ultimo ricoprire il tutto con la salsa.

In forno a 180° per 30 minuti circa.

E' una bomba. 





venerdì 21 luglio 2017

Sciroppo di menta


Per preparare questa delizia occorrono:

500 ml di acqua
500 gr di zucchero
50 foglie di menta (circa)
mezza buccia di limone

Tritare insieme la metà dello zucchero le foglie di menta lavate e strizzate. Le foglie devono essere molto verdi.

Fate sciogliere l'altra metà dello zucchero nell'acqua e portate a bollore.

Unire all'acqua e zucchero la menta e la buccia di limone.

Fate riposare almeno 3 ore.

Filtrare il liquido con un colino a maglie molto strette in una bottiglia sterilizzata munita di tappo.

Conservare in frigorifero.

Alcune considerazioni: non è verde brillante, ma più verde olio di oliva. Questo può dipendere secondo me da due fattori: la menta aggiunta al'acqua calda e l'esagerata macerazione (io l'ho lasciata tutta la notte in frigorifero). Per migliorare il colore si può ovviamente aggiungere della clorofilla.
Tuttavia il gusto è eccezionale. Assolutamente da provare per chi ama la menta.

domenica 16 luglio 2017

Salsa alle prugne per accompagnare gli arrosti

L'arrosto di maiale di oggi era leggermente asciutto, con questa salsa ho salvato il pranzo




Prendete 4 o 5 prugne secche, tagliatele a pezzetti e mettetele in una padella con olio, una noce di burro, aglio in camicia e una bella cipolla grande anch'essa tagliata a pezzi grossi.
Non far rosolare, ma bagnare con vino (meglio sarebbe usare un Porto) e acqua e far cuocere fino a che sia la cipolla che le prugne si saranno sfaldate per bene, aggiungendo sale e pepe q.b.
Più liquido utilizzate e migliore verrà la salsa. Io alla fine ho aggiunto anche un cucchiaio scarso di panna da cucina, ma non è indispensabile.


Togliere l'aglio e passare il tutto al minipimer fino ad ottenere una salsa (se occorre aggiungere del brodo per renderla più liquida).

L'arrosto con questa salsa ci ha guadagnato notevolmente!

Ps la foto non è mia, ma era esattamente così


Lemon Curd al basilico con mousse di yogurt e crumble di mandorle

Crema inglese al limone
Io l'ho usata con mousse di yogurt.


INGREDIENTI:

Per il lemon curd:
4 limoni (non trattati, grossi)
150 gr di zucchero (se ne può mettere di più, io la volevo tenere aspra per fare da contrasto alla mousse dolce)
80 gr di burro (la ricetta ne prevedeva il doppio..... secondo me così è sufficiente!)
3 uova
1 cucchiaio raso di fecola di patate o maizena

Per la mousse di yogurt
250 gr di yogurt
250 gr di panna 
3 cucchiai di zucchero a velo
1 o 2 fogli di colla di pesce 

Per il crumble di mandorle:
25 gr di farina
25 gr di burro
25 gr di zucchero
25 gr di mandorle tritate finemente

PROCEDIMENTO:
Lemon Curd:
Grattare la buccia dei limoni e spremerli. Ho ottenuto circa 200 gr di succo e ne ho usato circa 180
In un pentolino mettere il succo dei limoni, la loro buccia, lo zucchero e il burro. Cuocere a bagnomaria senza far prendere bollore mescolando continuamente. Quando si è sciolto sia lo zucchero che il burro aggiungere uno alla volta le uova, mescolando velocemente di modo che non si addensi il bianco. Portare a bollore dolce e continuare a mescolare fino a che non inizia a rassodarsi.
Per garantire una ancora migliore consistenza cremosa ma bella soda aggiungere il cucchiaio di maizena.
Ci mette circa una decina di minuti.
Ho aggiunto 5 belle foglie di basilico e ho lasciato tutto a riposare una notte in frigorifero.
Al momento di usare il lemon curd l'ho passato bene in un colino in modo da togliere le bucce e le foglie di basilico.

Mousse di yogurt:
Mettere a mollo la colla di pesce in poca acqua, strizzarla e farla sciogliere in un pentolino con poca panna presa dai 250 gr totali
Nel frattempo mescolare molto bene lo yogurt con lo zucchero a velo e montare la panna.
Incorporare la colla di pesce allo yogurt e successivamente la panna.

Crumble di mandorle:
In una ciotola con le mani impastare tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere un composto sbricioloso. Se si ha tempo farlo raffreddare una mezz'ora in frigo, altrimenti stenderlo su una teglia rivestita con carta da forno e cuocere in forno a 180° fino a quando non appare dorato. Estrarre il crumble dal forno e farlo raffreddare completamente (diventa molto croccante).

In coppette o bicchieri monoporzione alternare uno strato di mousse di yogurt ad uno di lemon curd fino ad esaurimento degli ingredienti. 
Soltanto al momento di portare in tavola il dolce cospargere la superficie con il crumble (non fatelo prima se no diventa molle).

Ottimo dolce, fresco, particolare! Con queste dosi ho ottenuto 4 coppette non troppo piccole

Il lemon curd si può conservare come una marmellata in vasetti ermetici (versarlo ancora caldo nei vasetti e conservarlo in frigorifero)

venerdì 30 giugno 2017

Pasta al "pesto" di zucchine al profumo di menta e limone

Finalmente un primo! Basta torte!



Per preparare questa pasta occorrono:

  • zucchine
  • scalogno
  • aglio
  • limone
  • mandorle
  • pinoli
  • menta un bel ciuffo
  • prezzemolo
  • parmigiano grattugiato
  • olio sale e pepe
Per le quantità fate voi!


Ho messo in padella olio scalogno aglio e due zucchine tagliate a pezzi grossolanamente e le ho fatte cuocere aggiustando di sale e pepe e le ho messe da parte a raffreddarsi

Nel frattempo con il minipimer ho frullato la menta il prezzemolo le mandorle i pinoli e il parmigiano allungando con un filo di olio. 

Ho poi aggiunto le zucchine ormai fredde e ho frullato tutto insieme, aggiustando di olio, sale e pepe. 

Ho messo su l'acqua per la pasta e nel mentre ho grattato la scorza di un limone e ho tostato un pochino di mandorle (quelle già a lamelle) in una piccola padella antiaderente (occhio che bruciano in un attimo!)

Scolato la pasta, condita con la crema di zucchine, spolverato di scorza di limone (abbondate pure, ci sta veramente bene) e aggiunto le mandorle tostate e foglioline di menta a completare il tutto. Se la crema vi sembra troppo mappazza allungatela con acqua di cottura, uno o due cucchiai.

Enjoy!

Ps la parola "pesto" tra virgolette perché secondo me è più una cremina che un pesto
Pps avrei voluto fare le linguine o gli spaghetti, ma qui in Germania meglio pasta corta!





martedì 27 giugno 2017

Torta di fragole

Ricetta veloce, facile e ghiottissima


Per la base:

  • 125 gr burro morbido
  • 100 gr zucchero
  • 3 uova
  • 200 gr farina
  • 2 cucchiai di latte
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci vanigliato
  • un pizzico di sale
In una ciotola ammorbidire il burro con le fruste. Aggiungere un po' per volta lo zucchero e la presa di sale fino ad ottenere un composto morbido ma legato. Incorporare un uovo alla volta usando la massima velocità delle fruste. Aggiungere la farina setacciata con il livieto alternandosi un po' per volta con il latte.
Imburrare ed infarinare uno stampo tipo crostata.
Versare il composto nello stampo, livellare bene e porre in forno a 180° (160° se ventilato) per una ventina di minuti.

Per la crema:

  • 250 gr yogurt
  • 30 gr zucchero a velo
  • 250 gr di panna
Montare molto bene la panna fredda di frigo. Aggiungere zucchero a velo e yogurt.

Una volta raffreddata la base coprirla bene con la crema di panna e yogurt e decorare con le fragole lavate e tagliate a fettine.

In ultimo ricoprire il tutto con la gelatina per dolci (in Germania c'è rossa al sapore di fragole, ma anche quella chiara va bene)

Mettere in frigorifero almeno un paio d'ore prima di servire la torta.

Enjoy!

PS per la crema esistono un milione di variazioni, ad esempio con un crema alla vaniglia, con il mascarpone, con panna e Quark...

giovedì 22 giugno 2017

Torta soffice alle pesche




INGREDIENTI:

una pesca
un bel limone biologico piuttosto grande
220 gr di zucchero (ci vogliono proprio tutti!)
3 uova
100 gr di burro
220 gr di farina
lievito vanigliato
sale un pizzico


Affettate una pesca in fettine molto sottili (un po' acerba è meglio) e mettete le fettine in un colino ricoperte con qualche pizzico di zucchero, per asciugarle.

Grattate tutta la buccia del limone, stemperatela con un bel pizzico di sale. Aggiungere le uova e sbattete a lungo con un frullino elettrico, l'impasto deve risultare molto spumoso.

Aggiungere lo zucchero, montare ancora, deve diventare compatto, elastico - e poi unire il burro sciolto precedentemente a bagnomaria. Montare fino ad avere un composto molto fermo.

A parte mescolare la farina con una bustina di lievito vanigliato e aggiungetela piano piano all'impasto.

Sbattere ancora, quando l'impasto è soffice; mettetelo in una tortiera imburrata e infarinata, scuotetela per livellare l'impasto, poi ricoprite delicatamente la superficie con le fettine di pesca. 
Non esagerate  con la frutta.


40 minuti a 180° poi spolveratina leggera di zucchero a velo.

Se la frutta sparisce in cottura (come è successo a me) poco male, ma significa che le fette erano troppo spesse e la frutta troppo bagnata.

Ricetta di Paola Visconti, la stessa della "Sbriciolosa"! Si può usare frutta a piacimento, la ricetta originale prevede mele e pinoli, altro goloso abbinamento da provare assolutamente!

mercoledì 21 giugno 2017

Torta al rabarbaro con farina di mais



INGREDIENTI

500 gr rabarbaro
300 gr zucchero
125 gr burro morbido
2 uova
150 gr farina
155 gr farina di mais
1cucchiaino di bicarbonato
1cucchiaino di cannella (non l'ho messa)
1 pizzico di sale
1/2 bustina di vanillina
250gr yogurt

Tagliare il rabarbaro a pezzettini piccoli (1 cm ca), mescolarlo con 100 gr di zucchero e lasciarlo riposare per 20 minuti.

Montare il burro con la vanillina aggiungendo a poco a poco il resto dello zucchero e le uova, fino ad ottenere un composto spumoso.
A parte mescolare bene le due farine con il bicarbonato, il sale, la cannella.
Aggiungere alle uova montate le farine e lo yogurt mescolando velocemente.
Incorporare il rabarbaro e versare l'impasto in una tortiera a cerniera ben imburrata

Far cuocere per circa 50/60 minuti in forno a 180° (160° se ventilato) Dopo circa 40 minuti ricoprire la torta con un po' di carta d'argento per evitare che scurisca troppo in superficie.

Sfornare e lasciar raffreddare, poi togliere dalla tortiera e cospargere di zucchero a velo.

Da servire con una crema alla vaniglia (le fragole ce le ho aggiunte io....)

Enjoy!











sabato 22 aprile 2017

Quasi una pizzetta


Idea simpatica per aperitivo

Ingredienti:
pasta per la pizza
pomodori
mozzarella
prosciutto
olio, sale e origano

Procedimento:
Si prendono i pomodori, si taglia via il coperchio per farne delle coppette. Si svuotano per bene.
Si prende la pasta della pizza e con questa si avvolgono i pomodori come meglio vi riesce, formando dei cestini.
Si riempiono i pomodori a piacere. Io ho messo prosciutto, mozzarella sminuzzata condita con olio, pepe e sale. Due foglioline di origano e sono pronti da mettere in forno.
180° una ventina di minuti.

Enjoy!

PS come con la pizza le varianti dipendono soltanto da dispensa e fantasia! La mozzarella meglio quella per la pizza, altrimenti rilascia troppo liquido

giovedì 20 aprile 2017

Torta salata pere e brie

Una buona alternativa alle solite torte salate.

Ho usato una grande pera abate che ho tagliato a pezzettini piuttosto piccoli (circa 350gr). Ho messo i pezzettini di pera in una casseruola a cuocere per un quarto d'ora circa con una noce di burro, un pochino di vino bianco, sale e pepe.

In una ciotola ho amalgamato bene due uova a parmigiano, panna (o latte), un pochino di gouda grattugiato e a 200gr di brie tagliato a pezzettini. Sale e pepe.

Una volta tiepide ho aggiunto le pere cotte

Foderare la tortiera con la pasta (brisée o sfoglia o frolla salata come preferite voi), versare il composto nella pasta, creare la crosticina da spennellare con il rosso d'uovo e un goccio di latte e mettere in forno a 180/200 gradi per una quarantina di minuti,

Niente foto stavolta, non ho fatto in tempo.

Enjoy!


martedì 18 aprile 2017

Torta ricotta e pere della Costiera Amalfitana

Torta fresca, nonostante la panna direi estiva. Facile da fare!


INGREDIENTI

Per la pasta:
 4 uova
 140 gr di zucchero
 40 gr di zucchero a velo
 140 gr di farina di mandorle
 30 gr di burro 
 60 gr di farina 00

Per la farcia:
 250 gr di ricotta (chi ce l’ha faccia un misto con ricotta vaccina e ricotta di pecora)
 75 gr di zucchero (anche meno, è risultata un po’ troppo dolce per i miei gusti)
 250 ml di panna per dolci
 350 gr di pere (una grossa pera e mezza)
 1 cucchiaio di succo di limone
 1 cucchiaio di zucchero a velo
 1 noce di burro

PROCEDIMENTO:

Farcia: 
Sbucciare e pulire le pere e tagliarle a pezzettini, metterle in un pentolino dal fondo spesso insieme ad una noce di burro, un cucchiaio di zucchero e un cucchiaio di succo di limone. Cuocere le pere con un coperchio per 15 minuti circa a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto. Non appena saranno morbide, spegnere la fiamma e lasciarle raffreddare.
In una terrina lavorare a crema la ricotta con lo zucchero.
Aggiungere le pere raffreddate e mescolare.
Aggiungere infine la panna precedentemente montata e amalgamare delicatamente con un cucchiaio di legno. Mettere la crema di ricotta e pere in frigo a raffreddare.

Pasta "biscotto":
Separare i tuorli dagli albumi. Montare 3 albumi a neve e quando saranno belli sodi, aggiungere un cucchiaio di zucchero a velo.
In una terrina a parte, montare i tuorli e 1 albume con lo zucchero, fino a renderli spumosi, aggiungere la farina di mandorle e la farina 00 a pioggia. Aggiungere il burro fuso intiepidito e continuare a montare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Infine aggiungere al composto gli albumi precedentemente montati a neve.
Incorporare gli albumi con un cucchiaio di legno, mescolando delicatamente fino ad ottenere un composto quasi fluido.
Imburrare ed infarinare uno stampo a cerniera e versare metà dell'impasto del biscotto al suo interno e cuocere a 200°C per 10 minuti in forno già caldo.
Una volta cotto il primo biscotto, toglierlo dallo stampo, imburrare ed infarinare di nuovo, versare l'altra metà del composto e cuocere per 10 minuti a 200°C. Otterremo così 2 dischi di pasta biscotto che lasceremo raffreddare su un piano. (Non ho idea se si possa cuocere insieme e poi tagliare in orizzontale la pasta, io ho seguito questo procedimento ed è venuto bene)

Assemblaggio:
Adagiare un disco biscotto sulla base di uno stampo a cerniera e versare sulla sua superficie la crema di ricotta e pere livellandola bene.
Coprire ora con l'altro disco di pasta ed esercitare una piccola pressione sulla superficie per far sì che la farcia sia della stessa altezza in tutti i punti.
Riporre la torta in frigo per almeno 2 ore, non essendoci gelatina ha bisogno di un po’ di tempo per rapprendersi.
Togliere la torta ricotta e pere dallo stampo, spolverizzare con lo zucchero a velo e servire.

Enjoy!

Ps anche se si chiama biscotto la pasta è morbida, tipo pan di spagna. In alcune ricette viene bagnata con uno sciroppo alcolico alle pere, ma a me non piace l’alcol nei dolci.








mercoledì 22 marzo 2017

Sfogliatelle di mele

In sè la ricetta è banalissima, ma le ho fatte per sperimentare la pasta sfoglia semplice fatta in casa seguendo la ricetta di Vittorio in Vivalafocaccia.com

Quindi per la sfoglia si procede secondo questa ricetta:

http://vivalafocaccia.com/ricette/ricetta-pasta-sfoglia-semplice/

Dopodiché potete usarla come più vi pare, io ho affettato due mele sottili, le ho spennellate di marmellata ammorbidita in un pentolino con un pochino di acqua e cosparse di mandorle a lamelle.

Disposte nel centro di 6 rettangoli le mele fanno si che la sfoglia si alzi solo ai bordi.

Ovviamente prima di infornare a 180° per 10/15 minuti si spennellano i bordi con un pochino di tuorlo e latte per renderli belli scuri e lucidi.

Eccole:


E' piuttosto evidente che una marmellata gialla sarebbe stata più adatta........  una spolverata di zucchero a velo e voilà, buona merenda!

martedì 21 marzo 2017

Tortilla


Per una padella di 24 cm circa:
500 g di patate
200 g di cipolle
5 uova
sale e pepe
150 g di olio

Pelate le patate e tagliatele a cubetti piccoli, pulite la cipolla e affettatela non troppo sottilmente. 

In un'ampia padella scaldate l'olio, unite le patate e fatele cuocere per 2-3 minuti a fuoco medio, non devono friggere ma cuocere lentamente anche all'interno. Unite la cipolla e cuocete con coperchio per 15 minuti. Una volta cotte, scolate le patate e cipolle dall'olio e versatele in una ciotola. 
A parte sbattete molto bene le uova in modo da renderle spumose, regolate di sale e pepe poi unitele alle patate. Mescolate con cura per uniformare il composto. 
Scaldate una padella antiaderente di 22-24 cm di diametro e versate il composto, fatelo cuocere con coperchio per 10 minuti. Quando il fondo sarà dorato, rovesciate la tortilla aiutandovi con un coperchio e cuocetela bene anche dall'altro lato per altri 10 minuti. Trasferite la tortilla di patate su un piatto da portata e gustatela calda o tiepida. 


Questa la ricetta del Cucchiaio d'Argento. 

La prossima volta io salerò anche le patate, sono rimaste insipide e metterò più cipolla che alla fine si sentiva poco.


E' veramente una stupidata, ma soprattutto fredda è ottima.


venerdì 10 febbraio 2017

Königsberger Klopse

Premessa: non li ho ancora fatti, ma solo mangiati da amici. Pubblico la ricetta perchè li trovo molto particolari con sardine e capperi mescolati alla carne e mi cimenterò sicuramente.


ZUTATEN

Klopse:
500 g Hackfleisch vom Kalb oder gemischt von Kalb oder Rind und Schwein, möglichst zweimal durchgedreht
2 altbackene Brötchen
2 Eier
1 Zwiebel oder Schalotte
Salz und Pfeffer
2-3 eingesalzene Sardellenfilets

Sauce:
3 EL Butter
1 gehäufter EL Mehl
1 l Fleischbrühe
1 Zwiebel oder Schalotte
2-3 eingesalzene Sardellenfilets
1 Glas Weißwein
einige Pfeffer- und Pimentkörner
1 Lorbeerblatt
1 Zitrone (unbehandelt)
1 TL-EL Senf
2 EL Kapern
Salz und Zucker
1-2 Eigelb

Zubereitung:
Beide Zwiebeln fein hacken und in etwas Fett hell anschwitzen.
Sardellen kurz wässern und kleinhacken
Brötchen in Wasser gründlich einweichen und sorgfältig ausdrücken.
Hackfleisch mit den Brötchen, der Hälfte der vorbereiteten Zwiebeln und Sardellen und allen übrigen Zutaten für die Klopse zu einem gleichmäßigen Teig verarbeiten
2 EL Butter in einem Topf zerlassen und mit dem Mehl zu einer hellen Mehlschwitze verrühren.
Die Fleischbrühe dazugeben und alles zu einer leicht sämigen Sauce verkochen
Wein, die andere Hälfte von Zwiebeln und Sardellen, Gewürze, 2-3 Scheiben Zitrone mit Schale und Senf hinzugeben, noch etwas leise kochen lassen
Aus dem Fleischteig etwa ein Dutzend runde Klopse formen, nicht größer als Mandarinen
Die Klopse bei schwacher Hitze in der Sauce (sie sollten knapp bedeckt sein) mit geschlossenem Deckel 30 Minuten garziehen lassen. Die Sauce sollte nicht oder nur ganz leicht kochen.
Die Klopse aus der Sauce nehmen und warmhalten
Die Sauce durch ein Sieb in einen zweiten Topf geben, Kapern nach Geschmack hinzufügen und kurz aufkochen
Falls notwendig mit Salz, etwas Zucker und Zitronensaft abschmecken
Vom Feuer nehmen, Eigelb und einen EL kalte Butter mit dem Schneebesen in die Sauce rühren
Die Klopse wieder in die Sauce geben

Enjoy!

martedì 7 febbraio 2017

Crumble di lamponi


Golosissimo, da mangiare tiepido e servire con gelato alla vaniglia

Io ho usato:

Per la base di lamponi

  • due vaschette di lamponi da 125 g
  • una mela
  • un cucchiaio di gelee di lamponi
  • un cucchiaino di maizena (o fecola di patate)
  • mandorle a lamelle qb
  • succo di limone qb
Per il crumble

  • 150 g di farina
  • 100 g di burro
  • 70 g di zucchero di canna
Il procedimento è semplice:


  • Accendere il forno a 200°
  • Mescolare i lamponi e la mela a pezzettini con il cucchiaio di gelee di lamponi e una spruzzata di succo di limone. Distribuire la frutta in una pirofila, spolverare con la maizena e ricoprirla di lamelle di mandorle.
  • Mescolare farina, burro e zucchero in una ciotola fino a far prendere all'impasto una consistenza briciolosa (alcune ricette aggiungono mezza bustina di lievito).
  • Distribuire le briciole sulla frutta. Più o meno il rapporto in altezza tra frutta e briciole 1:1
  • Cuocere in forno per circa 40 minuti


Non importa se togliendo il crumble dalla pirofila si sfalda, è il suo buono.

Servire tiepido con gelato alla vaniglia.

In UK lo fanno con le mele, io penso che si possa usare tutta la frutta di cui si dispone, ho visto anche ricette online con frutti di bosco surgelati, prugne mature a pezzettini, lamponi e rabarbaro, pere eccetera.

Enjoy!


domenica 22 gennaio 2017

Mürbteig - Pasta Frolla - Mürbeteig





Ecco gli ingredienti per una pasta frolla morbidissima:


  • 300 g di farina
  • 200 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 1 uovo intero o 2 tuorli
  • buccia di limone grattata
  • vaniglia
Impastare tutto velocemente per evitare che si scaldi troppo l'impasto. Formare una palla e metterla in frigorifero avvolta nella pellicola trasparente per almeno mezz'ora (ho letto che si può fare il giorno prima e lasciarla in frigo tutta la notte)

Con questo impasto io ho fatto dei biscottini semplici. Suppongo si possa usare per una crostata molto morbida. Si possono aggiungere all'impasto nocciole o mandorle tritate.

La ricetta austriaca DOC viene da mia sorella Chiara.

Per la cottura dei biscotti forno basso (150°) e 10 minuti di cottura (devono soltanto dorare, attenzione che tendono a cuocere in fretta)

domenica 8 gennaio 2017

Mini Käsekuchen (senza Teig)

Dopo aver fatto il Käsekuchen ieri mi è avanzato un po' di ripieno
L'ho semplicemente messo in stampini da budino aggiungendo una manciata ciascuno di Cranberries secchi
In forno a cuocere fino a che la superficie non è dorata.
Diventa un sostanzioso budino al Quark!



Käsekuchen bzw. Quarkkuchen





Für den Boden:
200 g     Mehl
100 g     Zucker
1 TL      Backpulver
1 Pck.    Vanillezucker
1            Ei
75 g       Butter oder Margarine

Für die Füllung:
1 kg       Magerquark
1 Tasse  Zucker
1 Tasse  Öl
1 Pck.    Vanillezucker
2            Eier
1 TL      Zitronensaft
½ Liter  Milch
1 Pck.    Vanillepuddingpulver

Boden:
Alle Zutaten zu einem festen Teig kneten. Den Springformboden mit 3/4 des Teiges auslegen und den Rand mit dem Restteig 2 cm hoch auslegen.

Füllung:
Hier auch alle Zutaten mit dem Mixer vermischen und auf den Boden geben. Danach den Kuchen in den vorgeheizten Backofen bei 200 °C für 55 - 65 Min. geben. Wer möchte, kann den Kuchen mit Alufolie abdecken. Das verhindert, dass der Kuchen oben braun wird.

Nach dem der Kuchen fertig gebacken ist, auskühlen lassen und dann erst aus der Springform nehmen.