giovedì 14 ottobre 2010

Panini alla salvia

DOSI PER 6 PANINI ALLA SALVIA
(io veramente ne faccio di più, alti 1 cm; ø 7 cm ca)
30 min + 12-15 di cottura

burro e farina per la teglia (o foglio di carta da forno bagnato e strizzato)
8-12 grosse foglie di salvia
250 gr di farina
1 cucchiaino di bicarbonato
1 bustina di lievito
3 g di sale
60 g di margarina o burro freddi
175 ml di latte
5 g di cremor tartaro (in farmacia più raramente al super - in Alto Adige e si chiama Kaliumnatriumtartrat!) *

1. Riscaldare il forno a 220°C, preparare la teglia, mettere le foglie di salvia fresche sul tagliere e tritarle con un coltello.
2. Setacciare la farina in una ciotola con bicarbonato, lievito e sale disponendola a fontana. Aggiungere la margarina tagliata a scaglie.
3. Lavorare il composto con la punta delle dita sfregandolo fino a quando non si formano dei grumi fini, sollevandolo e disfacendolo per aerarlo. Aggiungere la salvia.
4. Mescolare il latte con il cremor tartaro e aggiungerli agli altri ingredienti. Non lavorare a lungo l’impasto per evitare che i panini diventino pesanti. (*) Ho provato a non metterlo -anzi per anni non l’ho messo - bisogna però ammettere che “con” è tutta un’altra cosa…
5. Porre su una superficie infarinata e lavorarla per pochi secondi (in questa fase non dovrà essere troppo fine).
6. Stendere la pasta a 2 cm di spessore e con un tagliapasta o un bicchiere infarinato tagliare 6 dischi da 6 cm di ø, trasferirli sulla teglia.
7. Cuocere in forno caldo per 12-15 minuti fino a leggera doratura. Lasciarli raffreddare su una griglia prima di servirli.

Nessun commento:

Posta un commento